Gli altri grandi appuntamenti dell'anno

  • Monte-Carlo Summer Festival
    luglio 2022
  • L’Orchestra Filarmonica di Montecarlo
    luglio 2022
  • Meeting Herculis EBS
    agosto 2022
  • Monaco Yacht Show
    settembre 2022
  • Le Rallye Monte-Carlo
    gennaio 2023
  • Festival International du Cirque
    gennaio 2023
  • Rolex Monte-Carlo Masters
    aprile 2023
  • Monaco E-prix
    maggio 2023

Jumping International de Monte-Carlo

Da oltre un decennio i cavalieri e le amazzoni ai vertici della classifica mondiale si ritrovano al Jumping International di Monte-Carlo

La pista del Jumping Internazionale di Monte-Carlo regala una delle più belle cornici della stagione. Situata sul Port Hercule, ai piedi del Palazzo dei Principi e con splendidi panfili sullo sfondo, è una delle piste più difficili del circuito mondiale. Dal 2006 e dalla creazione del circuito Longines Global Champions Tour, il Jumping Internazionale di Monte-Carlo fa parte del calendario internazionale ed è divenuto una data mitica alla quale sono fedeli i più grandi nomi di questa disciplina.

Si contraddistingue principalmente per il fatto di essere corta, stretta, sinuosa e disseminata di ostacoli. L’esiguità degli spazi richiede ai binomi in gara grande maestria ed eccellenti capacità tecniche, ingredienti essenziali di uno spettacolo eccezionale.
Il Jumping è un concorso di salto a ostacoli e anche una corsa contro il cronometro. Sono 15 le prove proposte ai concorrenti e al pubblico: le categorie dilettanti si affrontano nel pomeriggio, mentre gli atleti di alto livello scendono in gara la sera. I campioni gareggiano nel Prix du Prince de Monaco che è una delle più belle tappe del Longines Global Champions Tour. Tra una prova e l’altra, il Jumping Internazionale di Monte-Carlo permetterà al pubblico di scoprire il suo villaggio espositivo con artigiani e commercianti riuniti attorno all’universo equestre.
Ogni anno i migliori binomi del mondo si danno appuntamento nel Principato per dare vita a un momento di sport straordinario, che fa assurgere il salto a ostacoli al rango di opera d’arte.