Gli altri grandi appuntamenti dell'anno

  • Monte-Carlo Jazz Festival
    novembre 2022
  • I Balletti di Montecarlo
    dicembre 2022
  • WRC Rally Monte-Carlo
    gennaio 2023
  • Festival International du Cirque
    gennaio 2023
  • Il Rally Storico di Monte-Carlo
    gennaio 2023
  • Rolex Monte-Carlo Masters
    aprile 2023
  • E-Prix de Monaco
    maggio 2023
  • Grand Prix de Formule 1 de Monaco
    maggio 2023
  • Jumping International de Monte-Carlo
    luglio 2023
  • Gala de la Croix Rouge Monégasque
    luglio 2023
  • L’Orchestra Filarmonica di Montecarlo
    luglio 2023
  • Monaco Yacht Show
    settembre 2023
  • Il Grand Prix Historique di Monaco
    maggio 2024

Monte-Carlo Jazz Festival

Dal 9 novembre al 4 dicembre 2022, il Principato diventa  l'imperdibile palcoscenico della musica jazz con il Monte-Carlo Jazz Festival in una cornice idilliaca all'Opera Garnier. Un mix di tradizione e nuove ispirazioni musicali provenienti dai quattro angoli del mondo, con un'enfasi sulla creazione.

Creato nel 2006 sotto lo slancio di un grande amante della musica e fautore del jazz, Jean-René Palacio, questo festival schiera i più grandi nomi del jazz sul palcoscenico dell'Opera Garnier. 

Il Jazz, evento artistico invernale

Il Monte-Carlo Jazz Festival si è sempre svolto a novembre. Questo mese, scelto dal fondatore del festival, non è casuale. Voleva infatti un evento che integrasse la stagione artistica della Salle Garnier, alla quale mancavano un evento invernale nel Principato e un festival dedicato a questa musica.
L'idea era utilizzare un luogo insolito per celebrare una musica contemporanea come il jazz o il rock.

Dalla sua nascita, più di cento grandi nomi del jazz si sono esibiti all'Opéra Garnier, tra cui : Herbie Hancock, Gregory Porter, Chick Corea, Diana Krall, Sonny Rollins e Mélody Gardot.

Un trampolino

Questo festival è un vera e propria passerella per gli artisti meno conosciuti, per farsi conoscere dal grande pubblico.

Molti di loro sono diventati vere e proprie star del jazz, tra cui Avishai Cohen, Raoul Midon, Roy Hargrove ed Esperanza Spalding.
Senza dimenticare il trombettista Ibrahim Maalouf, scoperto al Monte-Carlo Jazz Festival nel 2012 ed esibitosi a Bercy nel 2016.

Aprirsi ad altre musiche…

Per attirare un pubblico più vasto, gli organizzatori includono nel loro festival artisti che hanno un legame minimo o nullo con il jazz. Il loro obiettivo?  Democratizzare il jazz. Il Festival è aperto a tutte le tendenze musicali, pur mantenendo il suo DNA.
In passato, cantanti come David Hallyday, Christophe e il quebecchese Robert Charlesbois si sono esibiti durante questo festival nel Principato.

Gli artisti in calendario nel 2022

Per questa 16a edizione, il Monte-Carlo Jazz Festival è più poliedrico che mai con : Redman, Mehldau, Mcbride, Blade: A Moodswing Reunion, la masterclass di Alex Jaffray, Jethro Tull, Gonzalo Rubalcaba, Richard Bona & Alfredo Rodriguez, Magma e l'Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo, Cécile McLorin Salvant & Sullivan Fortner, Sofiane Pamart, una proiezione dell'Istituto Audiovisivo di Monaco, Melody Gardot, Anouar Brahem Quartet, Richard Galliano e Chilly Gonzales, che all'unisono dimostreranno che il jazz è ancora molto vivo.



Per visualizzare l'evento nell'agenda  fare clic qui.

© Société des Bains de Mer Monte-Carlo/Monte-Carlo Jazz Festival/Christophe Abramowitz/Ray Cabello/DR