Gli altri grandi appuntamenti dell'anno

  • Monaco Energy Boat Challenge
    luglio 2024
  • Monaco Art Week
    luglio 2024
  • Jumping International de Monte-Carlo
    luglio 2024
  • Monte-Carlo Summer Festival
    luglio 2024
  • Artmonte-carlo
    luglio 2024
  • Mostra estiva - Grimaldi Forum Monaco
    luglio 2024
  • I concerti del Palazzo dei Principi di Monaco - OPMC
    luglio 2024
  • Meeting Herculis EBS
    luglio 2024
  • Gala della Croce Rossa Monegasca
    luglio 2024
  • Monaco Yacht Show
    settembre 2024

Monaco Formula 1 Grand Prix

L'81° edizione della corsa automobilistica più celebre, il Gran Premio di Formula 1 di Monaco, si svolgerà da venerdì 24 a domenica 26 maggio 2024. 
Venite a vivere l'effervescenza della cosa, un evento come nessun altro... 

Un riconoscimento internazionale…

Per far riconoscere l'Automobile Club di Monaco dall'Associazione Internazionale degli Automobile Clubs Riconosciuti, Antony Noghès, figlio del presidente dell'ACM, s’ingegna per creare una gara urbana nel Principato. Questa creazione ha soddisfatto la condizione richiesta
dall'AIACR, per organizzare una gara nel piccolo territorio monegasco (circa 1,5 km² all'epoca).

Con l'aiuto dell'ingegnere Jacques Taffe e di Louis Chiron, ex autista personale
Dei marescialli Foch e Pétain...

…detto fatto!


Nessun altro Paese al mondo vanterà un circuito simile!

Il 14 aprile 1929, il Principe Pierre inaugurò il circuito del 1° Gran Premio di Monaco, compiendo un giro d'onore a bordo di una Torpedo Voisin guidata da Charles Faroux, il direttore di gara.

Questo primo Gran Premio fu vinto dall'inglese William Grover-Williams, detto "W Williams", a bordo di una Bugatti 35 B verde, in 3h56'11", dopo aver effettuato 100 giri a una velocità media di 80,194 km/h.

Il Gran Premio di Monaco decolla e il suo successo si rinsalda anno dopo anno.

Arrivo della Formula 1 e dei grandi nomi...

Dopo il 9° Gran Premio del 1937, la Seconda Guerra Mondiale paralizzò l’evento per oltre per oltre 10 anni.
In seguito alle difficoltà legate al conflitto, il 16 maggio 1948 che il rombo quasi dimenticato dei motori delle monoposto investì nuovamente le strade del Principato.
Il meccanismo si rimette in moto e due anni dopo, nel 1950, nasce il Campionato del Mondo di Formula 1. Il 21 maggio, il pilota argentino Juan-Manuel Fangio, vince l'11° Gran Premio di Monaco.

Negli anni '60 e '70, Graham Hill, Jackie Stewart e Niki Lauda lasciano il segno nel Principato, prima di liberare la pista per una leggendaria contesa tra Francia-Brasile negli anni '80 e '90, con Alain Prost e Ayrton Senna! Quest'ultimo rimane il pilota che ha riportato più vittorie  sulla Rocca, aggiudicandosi ben 6 titoli. Anche Michael Schumacher ha vinto il Gran Premio
di Monaco. Sembrava certo che il "Barone Rosso" l’avrebbe fatta da padrone nel Principato, ma una serie di errori e problemi hanno portato il tedesco a riportare "solo" 5 vittorie, tra il 1994 e il 2001.

Difficile raggiungere la vetta della Rocca…

“Guidare a Moanco è come andare in bicicletta nel proprio salotto ".

Questo memorabile commento di Nelson Piquet, il campione del mondo 1981, 1983 e 1987, rappresenta perfettamente la difficoltà di questo Gran Premio.

Per 78 giri su un tracciato di 3,337 km, tra chicanes, un tunnel, 19 curve a gomito tra i guard rail, i piloti hanno a malapena il tempo di respirare!

La curva del Fairmont, situata a metà percorso, costringe i piloti a moderare la velocità.
impone ai piloti una velocità ridotta pari a 45-50 km/h, la più lenta di tutto il campionato.

È una sfida che tutti sono pronti ad affrontare, ma che costringe i piloti a sfoderare il loro talento con precisione chirurgica.
Non c'è spazio libero tra la pista e i guard rail, il che significa che le gru devono essere presenti in diversi punti per sgomberare le auto incidentate con la maggiore tempestività possibile. I commissari dell'Automobile Club di Monaco sono considerati i migliori al mondo per efficienza e velocità.

C'è chi gioca in casa…

Il pilota monegasco Charles Leclerc conosce meglio di chiunque altro ogni curva del circuito monegasco. Nato nel Principato, è importante per lui vincere in casa. Sotto contratto con la Ferrari dal 2019, è il terzo pilota del Principato a gareggiare nella classe più nota, dopo Louis Chiron e Olivier Beretta.

Altri piloti di Formula 1 non hanno che da uscire dalla casa di lusso dove vivono per raggiungere il paddock di Monaco. In particolare, questo vale per Lewis Hamilton, che apprezza particolarmente il circuito e il soggiorno monegasco.

 

La Formula 1 resta nel Principato

Le Formula 1 Gran Premio di Monaco fino al 2025: questo l'epilogo di un nuovo accordo triennale tra  l’Automobile Club di Monaco e la Formula Uno.

Ci rallegriamo di essere di ritorno la prossima stagione per proseguire la nostra collaborazione". Nell'interesse del Campionato del Mondo di Formula Uno, e dopo diversi mesi di trattative, siamo lieti di annunciare che abbiamo firmato un accordo triennale con la Formula Uno, rinnovabile.

Michel Boeri / Presidente dell'Automobile Club di Monaco


 

1800 nuovi posti auto
Il nuovo parcheggio des Salines, situato all'ingresso occidentale del Principato, di fronte al Jardin Exotique, può accogliere gli spettatori motorizzati mediante un facile accesso al circuito e tariffe preferenziali.
Il circuito di Monaco può essere raggiunto sia a piedi, in 15 minuti, prendendo la Galerie des Salines e seguendo un percorso pedonale accuratamente segnalato, sia con una delle navette appositamente messe a disposizione dalla Compagnie des Autobus de Monaco, gratuite dietro presentazione di un biglietto di parcheggio.
Questi autobus circoleranno ogni 10 minuti, dalle 8.00 alle 20.00, dal Parking des Salines all'avenue Albert II a Fontvieille. Gli spettatori potranno quindi raggiungere la Place d'Armes e il Circuit de Monaco in pochi minuti a piedi o con gli ascensori.
Incoraggiamo gli spettatori a mobilità ridotta a utilizzare questa opzione.
Vi invitiamo a consultare questa pagina per maggiori informazioni: Parking des Salines

Per ulteriori informazioni, visitare il sito dell'ACM

Chi sarà il prossimo principe delle strade del Principato ?

Crediti fotografici: DR / Michael Alesi / ACM / Benjamin Vergély